9 giugno 2009

and a (bright) wind blows

Nel ventre della balenottera azzurra alle prime scoppiettanti luci della primavera. Gli uni di fronte agli altri, non necessariamente malinconici, posando lo sguardo inespressivo verso un qualcosa che può essere un pensiero, un sogno, al di là dei finestrini del grande mammifero meccanico.

..vrtzztschhzecertevoltevorreipropriononlofacztuuhicarinoperòz
tstaseraèlavoltabuonamelosentosìììtprianonvedol'oradiarriv..

e il vociare dei pensieri nel silenzio di quella cavernosa realtà, mentre gli sventurati attendono di approdare sulla propria isola - ad attenderli, la loro Penelope, con una rosa sbocciata per sorriso.
Nel mezzo di quel frastuono, alcuni suonano pezzi melodiosi agitando l'archetto sulle corde di un violino, oppure soffiando debolmente nei fori di un'armonica, con occhi socchiusi in modo da seguire le sottili onde del suono. Queste note escono dallo sfiatatoio in alto, al centro, ricongiungendosi con la musica del mondo che sta scorrendo là fuori. Un mondo battuto dal vento. Un mondo incredibilmente ammantato di fuggevole bellezza, nonostante la presenza consapevole dei soliti grigiori. Ma il contrasto è forte, il senso di vuoto in secondo piano.
E poi ci sono loro! Una miriade di spiritelli simili a fiocchi di zucchero filato, che si librano nell'aria sospinti dal vento. Il vento di un giorno che non vuole morire, alle porte di Brescia. Il vento che ora suona al posto degli artisti-di-balena la fine di Dead Flag Blues. Soffia sulle corde di violino e accarezza lo xilofono. Gli spiritelli seguono il suo canto, tracciando linee sinuose e piroettando sopra la strada. Migliaia e migliaia di spiritelli che danzano nella musica del vento - danzano alti e fieri sopra il traffico, danzano tra i semafori e le auto parcheggiate male, davanti ai muri con scritto Portami via con te 77, 28 Maggio Strage fascista, Gesutiamo!
Danzano ancora per qualche istante e poi la musica del vento finisce. Ancora qualche bianco fiocco e poi più nulla.
I passeggeri sbattono le palpebre per riprendersi dallo charme e la musica degli uomini riprende, con un sorriso.

E pareva che in qualsiasi momento potesse volare in aria per un'esplosione inarrestabile di suspense.
Jack Kerouac, Maggie Cassidy



spring time... 3 by Freeq22


3 commenti:

Jacopo ha detto...

con questo post fornisci delle immagini davvero uniche e con la citazione finale non ti sei regolato...
grande :)

lucA ha detto...

grazie jaco

in che senso non mi son regolato?

(fammi poi sapere come ti sembra Lei quando ci arrivi)

Jacopo ha detto...

nel senso che è oltremodo stupenda ;D

Posta un commento