21 aprile 2009

O human, where art thou?

Sento di essere l'unica persona al mondo che non conosce la sensazione di calma insolenza, quindi sono l'unico folle al mondo, l'unico pesce fuor d'acqua. Tutti gli altri sono assolutamente soddisfatti della vita così com'è. Io no. Voglio la pura comprensione e poi la vita, così com'è. A cosa starà pensando quella donna, seduta sulla soglia al di là della strada? Vuole un marito. Per capire l'amore e raggiungere la consapevolezza di questo sentimento insieme a lui? Per partecipare con lui a una cospirazione per raggiungere l'eternità?
No, pensa a scopate annoiate e avide nel letto matrimoniale, a crescere i figli distrattamente, a morire distrattamente, e infine giacere nella tomba che la accoglierà, distrattamente - e lasciamo che Dio abbia cura del resto.
Non fa per me.
Deciderò io stesso cosa fare della mia vita, anche se brucerò nel provarci.
Nel frattempo mi stupisco continuamente del fatto che le persone non si amino. Come fanno?
(Quindi adesso, finalmente, sono diventato uno psicotico.)

Jack Kerouac, Un mondo battuto dal vento





Today's Song: Pearl Jam - Love Boat Captain



4 commenti:

Jacopo ha detto...

oddio che frammento che hai tirato fuori... meraviglioso.
Deciderò io stesso cosa fare della mia vita, anche se brucerò nel provarci.... che GRANDE ...

grazie!

nunzy conti ha detto...

Caro luca ti aspetto nel mio blog..
ho una sorpresa per te
nunzy

lucA ha detto...

già jack.. e come sai tra quei diari ce ne sono a bizzeffe di questi frammenti così elettrizzanti, così autentici

capiva di non potersi accontentare di mediocrità - sapeva che a un certo punto di quel viaggio avrebbe ricevuto la perla

Apolide ha detto...

hehe...una sorpresa per te anche sul mio blog. A quanto pare, piaci...

:)

Apo

Posta un commento