30 gennaio 2008

Ultima Istanza

Vorrei proporre il testo di una canzone degli Airesis, un gruppo italiano che ho scoperto ultimamente, genere HC melodico (genere di nicchia che però adoro). Questa non è HC però il testo mi ha colpito abbastanza, tanto che me lo son scritto ascoltando la canzone (potrebbero esserci errori ma non credo, ma non ho trovato la lyric ufficiale)

Myspace: http://www.myspace.com/airesis (qui trovate altre canzoni)

"Ti ricordi un ricordo lontano
che ha perso contatto
il rumore di fondo
di un pensiero distratto
muto e sepolto
dalla vita e la polvere

e ora che senti il sangue
ingiallire dentro le vene
lo sguardo in letargo
il cuore in catene
lo senti tornare
con una voce che sta urlando scappa di qua

E' tempo di evadere
da questa mente di gesso
dove non c'è mai stato spazio
per me stesso
ora so che posso

come uniche armi illusioni e desideri discordi
ma in faccia una meta
e alle spalle i ricordi che conserverò
anche se adesso un'altra storia comincierà

E resto un poco a chiedermi
chissà chissà
quale sia la strada giusta
la strada che arriva più in là
oltre la morte, oltre l'orizzonte
ancora per miglia voglio arrivare
così vicino al sole da bruciarmi le ciglia
e non fermarmi neanche là

Sono stufo di queste parole
di questo brusio su cosa è giusto per me,
su come cammino, sul mio vero io,
di un mondo che non sa pensare per se

Stufo di merce e mercanti
in questa fiera di perchè
cerco una primavera che ho capito
non verrà da se
Ma tu tieniti pure
le tue sicurezze di clausura
e la tua vita
schiava di ciò che sfugge a una censura,
che sei il primo ad accettare

In fondo a Via dei rimpianti
fra quattro mura di viltà
pareti di invidia, un tetto di paura
scusa, ma non mi sento a casa

Io ho perso mille battaglie
più di un momento
ma in questa guerra
di perdere o pareggiare non mi accontento
fino a che respiro ancora

Tutto il mio mondo son sogni di ghiaccio
nel vento
e non starò a guardarli
sciogliersi al sole del tempo
prima di aver tentato una volta ancora

Perchè ho già visto come finirà
e forse non lo accetto più

Ultima istanza per la libertà
senza ricorso in appello

Lieve speranza che diviene già
inarrestabile certezza"




Today's Song: Airesis - Ultima Istanza (toh?)